HTC annuncia Vive Focus e termina sviluppo del visore autonomo con Daydream

HTC annuncia Vive Focus e termina sviluppo del visore autonomo con Daydream

Oggi HTC ha annunciato la cancellazione del suo visore stand-alone per Google Daydream, la Realtà Aumentata di Google, ma ha annunciato definitivamente il suo visore stand-alone, chiamato Vive Focus. Si tratta, infatti, di un dispositivo standalone con sei gradi di libertà di movimento che non ha bisogno di essere collegato al PC o allo smartphone per poter funzionare, cosa che gli dona una libertà molto più ampia. Il nome commerciale era stato ancitipato nello scorso mese di settembre quando il marchio 'Vive Focus' era stato registrato all'European Union Intellectual Property Office. Il Vive Focus monterà un Qualcomm Snapdragon 835, si appoggerà a Viveport per le applicazioni e sarà accompagnato da un controller wireless dedicato. I contenuti VR sono visualizzati su uno schermo AMOLED ad alta risoluzione e bassa latenza.

HTC non ha rilasciato le specifiche complete. Il Vive Focus verrà distribuito esclusivamente sul mercato cinese. Il produttore non ha tuttavia comunicato disponibilità e prezzo.

HTC ha sottolineato che oltre 100 sviluppatori hanno già realizzato contenuti VR per Vive Focus, sfruttando la piattaforma open Vive Wave.

Unity integrerà quindi un sistema di publishing diretto su Viveport grazie al nuovo SDK Vive Wave.