Legge bilancio 2018: addio bonus bebè ma spunta bonus nonni

Legge bilancio 2018: addio bonus bebè ma spunta bonus nonni

La nuova Manovra finanziaria incorpora anche una idea del tutto originale: il bonus nonni.

In queste condizioni, considerate anche le sempre non floride finanze i nonni non sono solo baby sitter che si occupano dei nipoti ma sovente sono dei veri salvagente per la famiglia. I nonni - si sa - adorano i nipoti, tanto da sopperire alle loro richieste affiancando attivamente i genitori, collaborando in termini di affetto continuativo e prolungato, nonché di denaro. Tra le spese detraibili rientrano anche le spese mediche e quelle assicurative. Il bonus nonni prevede l'allargamento delle detrazioni al 19% per i figli a tutti "i parenti in linea retta", ovvero anche ai nipoti. Del resto siamo un popolo votato alle tradizioni dove la famiglia è il "nucleo vitale della vita". Sia quello di convivenza, che quello dell'erogazione degli assegni famigliari. In questo mondo un po al "rovescio", i nonni rappresentano quel "sospiro di sollievo" che solo l'affetto incondizionato e incommisurato di un genitore può offrire. Nonni che, in Italia, si occupano spessissimo dei figli dei loro figli: si stima, infatti, che del flusso economico che le famiglie trasfericono ai giovani, circa 38,5 miliardi di euro, all'incirca l'8,5 provenga proprio dai nonni. Statisticamente il rischio di povertà diminuisce nelle famiglie dove sono presenti dei pensionati, parliamo del 16,5% rispetto al 22,5% delle altre famiglie.