Nova Milanese, due nuovi casi di avvelenamento da tallio

Nova Milanese, due nuovi casi di avvelenamento da tallio

Ieri, all'ospedale di Desio, sono stati ricoverati due anziani coniugi, di 81 e 84 anni. Mano a mano che arrivano gli esiti delle analisi sugli alimenti campionati nelle due abitazioni, infatti, quella di via Fiume e Nova e quella di Varmo in provincia di Udine, gli inquirenti, con l'aiuto degli esperti, possono fare raffronti, escludere piste, trovare indizi, elementi. Ci vorrà quindi ancora del tempo per mettere la parola fine a questa storia.

Colpo di scena nel giallo dell'avvelenamento da tallio.

Migliorano, invece, le condizioni di salute di altri tre famigliari ricoverati in ospedale a Desio: Enrico Ronchi, marito di Patrizia, sarà dimesso in settimana, mentre Laura Del Zotto e la badante Serafina Pogliani sarano trasferite all'ospedale di Pavia. Dopo le tre vittime dello scorso mese, una coppia di ottantenni è ricoverata per intossicazione da metallo pesante.

Il tallio nella zona ha già causato tre vittime: Giovanni Battista Del Zotto, la moglie Maria Gioia Pittana e la figlia Patrizia.

La Procura di Monza indaga per omicidio colposo e lesioni contro ignoti e anche la casa friulana della famiglia Del Zotto era finita al centro delle indagini.