Mancini allontana i rumors: "Niente Italia, resto allo Zenit"

Mancini allontana i rumors:

Proprio quest'ultimo sembra chiamarsi fuori dalla corsa: "Non mi sorprende che io sia stato inserito nella lista dei possibili successori di Ventura - le parole a Match Tv -, visto che nell'elenco ci sono colleghi con esperienza e vittorie". L'obiettivo numero uno, si sa, è Carlo Ancelotti ma sono tanti i nomi circolati nelle ultime ore: Allegri, Spalletti, Capello, Mancini. "Ma sto bene allo Zenit e il mio obiettivo e' vincere il campionato russo". Sull'eliminazione dell'Italia contro la Svezia aggiunge: "Essendo nato dopo il 1958 non sapevo assolutamente cosa volesse dire non qualificarsi per il Mondiale. Provo una grande tristezza".

Il tecnico jesino ha anche analizzato i motivi che hanno portato la nostra Nazionale a soccombere contro la Svezia: "L'Italia nel doppio confronto con la Svezia è stata molto sfortunata, soprattutto nella gara di ritorno, quando molte occasioni sono stata sciupate e non concretizzate. Ma il calcio e' strano, capita alle volte che tutto ti va storto". In tutte le nazionali c'è un ricambio generazionale e l'Italia, ovviamente, è in questa fase. "Ma penso che presto riprenderà la sua posizione di leader nel mondo del calcio, perché stanno crescendo molti ragazzi di talento".