Carige a un passo dal baratro. Titoli in borsa sospesi

Carige a un passo dal baratro. Titoli in borsa sospesi

"L'attuale contesto informativo non garantisce la trasparenza, l'ordinato svolgimento delle negoziazioni e la tutela degli investitori", spiega la nota della Commissione di vigilanza. La decisione è arrivata dopo che è saltato l'accordo con il consorzio di garanzia per l'aumento di capitale da 560 milioni. Il consorzio avrebbe chiesto maggiori garanzie, considerando troppo rischiosa l'operazione.

In serata Carige ha dichiarato che il suo management continua a lavorare per determinare la finalizzazione del consorzio di garanzia, condizione imprescindibile per la realizzazione dell'aumento di capitale. A ciò va poi aggiunto il fatto che al momento la Carige ha fatto anche sapere che "gli impegni sottoscritti ricevuti dalla Banca ammontano all'11,75% del capitale sociale".

Malacalza Investimenti, primo azionista di Carige con il 17,59%, aveva presentato alla Bce il 26 ottobre scorso la richiesta di essere autorizzato a salire al 28% dell'istituto.