Carige, aumento di capitale: via libera dalla Consob

Carige, aumento di capitale: via libera dalla Consob

Dal prospetto emerge anche che i principali soci di Carige hanno accettato di sottoscrivere 128,47 milioni dell'aumento.

Ciò che conta, almeno per il momento, è che l'aumento di capitale di Banca Carige ci sarà; il rischio di risoluzione dell'istituto ligure appare ora definitivamente scongiurato.

Step by step per Banca Carige che, grazie all'approvazione dell'aumento di capitale, intravede la luce in fondo al tunnel. Tenuto però conto della violazione al 30 settembre 2017 delle soglie di adeguatezza patrimoniale richieste dalla BCE con lo SREP 2016 (tra cui rileva la violazione di una soglia minima vincolante) e dello stress patrimoniale ulteriore a cui la Banca sarebbe esposta per effetto dell'implementazione delle azioni funzionali a rispettare i target quantitativi e di coverage sugli NPE richiesti dalla BCE medesima, risulta "necessario ai fini della continuità aziendale del Gruppo che l'Aumento di Capitale venga sottoscritto per un importo minimo di 500 mln". La procedura prevede, in sintesi, che una volta iniziato l'aumento sia possibile esercitare in via anticipata i diritti di opzione, ricevendo immediatamente le azioni di nuova emissione.

Ed è di 560 milioni la nuova richiesta, di cui 300 sono già coperti con le sottoscrizioni dei "soci noti, soggetti istituzionali ed ex bondholder", come ha confermato l'amministratore delegato Fiorentino. Il consorzio è composto da Credit Suisse Securities (Europe) Limited, Deutsche Bank AG London Branch in qualità di global coordinators e joint book runners e da Barclays Bank PLC in qualità di co-global coordinator e joint book runner. Questa non è certo la stagione migliore per andare sui mercati e cercare nuovo capitale, eppure ci siamo riusciti, e ne siamo responsabilmente orgogliosi, abbiamo incassato innanzi tutto la fiducia dei nostri grandi azionisti, vorrei ricordare Malacalza Holding Volpi, Spinelli, Coop Liguria, le varie Fondazioni. Per quello che riguarda questo caso, il controvalore sarà pari a 60 milioni di euro.

Ieri intanto chiusura con il botto per Carige a Piazza Affari. E' molto probabile, quindi, che per tutta la durata dell'operazione, il prezzo delle azioni Banca Carige possa essere soggetto ad una certa volatilità. E ancora, i problemi di redditività con una perdita per il 2017 a oggi di circa 210 milioni di euro. Il primo, dopo 15 anni.

Insomma, non resta che attendere il risultato delle nuove misure.