Bitcoin, le grandi banche Usa frenano sul lancio di futures

Bitcoin, le grandi banche Usa frenano sul lancio di futures

(Teleborsa) - I maggiori istituti di credito americani, frenano sul lancio di futures denominati in Bitcoin, sollevando preoccupazioni per il sistema finanziario "non è preparato per le criptovalute".

Lo riporta il Financial Times, che cita un documento della Futures Industries Association recapitato all'autorità statunitense cui spetta la vigilanza sul settore, la Commodity Futures Trading Commission.

Gli acquisti sul Bitcoin sono spinti dall'imminente partenza dei futures a Chicago con il Cboe (Chicago board options exchange) che lunedì prossimo inizierà a scambiare i primi contratti, mentre una settimana dopo sarà il turno del Cme (Chicago mercantile exchange). Solo il 29 novembre 2017 scorso la criptovaluta aveva oltrepassato quota 10.000 dollari.L'impennata delle quotazioni continua a beneficiare della decisione presa dal CME di lanciare un future sul Bitcoin, che permetterà alla moneta elettronica di accedere formalmente al mercato dei derivati più grande del mondo.