L'annuncio di Trump: "Gerusalemme capitale di Israele, passo necessario per la pace"

L'annuncio di Trump:

Sulla questione è intervenuto oggi anche papa Francesco.

"Il mio pensiero va ora a Gerusalemme - ha detto il pontefice -". Papa Francesco al termine dell'udienza di mercoledì ha espresso la sua "profonda preoccupazione per la situazione che si è creata negli ultimi giorni" ed ha esortato tutti al rispetto dello "status quo della città, in conformità con le pertinenti risoluzioni delle Nazioni Unite". "Abbiamo la certezza che mosse di questo tenore produrranno un crescente odio, conflitto, violenza e sofferenza a Gerusalemme e in Terra Santa, allontanandoci dall'obiettivo dell'unità e portandoci verso una divisione distruttiva" si legge nella lettera, che si chiude con un appello diretto a Trump: "Come leader cristiani di Gerusalemme, ti invitiamo a camminare con noi nella speranza di costruire una pace giusta, inclusiva per tutte le persone di questa città unica e Santa". "Prego il Signore che tale identità sia preservata e rafforzata a beneficio della Terra Santa, del Medio Oriente e del mondo intero, e che prevalgano saggezza e prudenza, per evitare di aggiungere nuovi elementi di tensione, in un panorama mondiale già convulso e segnato da tanti e crudeli conflitti". Mentre Gerusalemme Ovest è capitale de facto di Israele, Gerusalemme Est è sempre stata considerata la capitale del futuro stato della Palestina. Ieri il presidente Recep Tayyip Erdogan aveva già definito Gerusalemme come una "linea rossa per i musulmani".