Prodi, non tutte le frittate riescono

Prodi, non tutte le frittate riescono

"Non tutte le frittate finiscono con il venir bene".

D'altra parte, osserva Prodi sul palco di "Piu' libri piu' liberi", "la stessa crisi c'e' anche a destra". Ha fatto bene? "Non lo so", risponde.E alla domanda se il centrosinistra sia finito: "I cambiamenti sono troppo recenti per dare un giudizio". Aspettiamo". Poi, però, precisa che secondo lui quella di Pisapia "non è stata una defezione, perché lui non aveva deciso. "Aveva studiato il campo e poi ha concluso che non era cosa". Si tenterà di nuovo perché è un processo importante ed utile al Paese. "Giuliano Pisapia ci ha provato, ha esplorato e non ha trovato o in se stesso o nel gruppo di riferimento le motivazioni sufficienti per andare avanti". "E questo mi dispiace", ha detto il Professore. "Il problema - sostiene - e' che bisognerebbe ricominciare da capo". Io a suo tempo non ho inventato un granche' ma c'era un disegno preciso di mettere insieme forze e contenuti. Un programma politico puo' anche essere di sei volumi. È senso di realismo. "Pensate non sappiano né leggere né scrivere?", conclude. E ancora: "non mipronuncio" a chi gli chiede se la coalizione di centrosinistrasia finita.