Centrodestra: Salvini, Berlusconi vuole reimbarcare tutti, no ad Arca Noé

Centrodestra: Salvini, Berlusconi vuole reimbarcare tutti, no ad Arca Noé

"Avremo 400.000 migranti che per vivere dovranno delinquere", ha proposto Berlusconi Mentre per i poveri "lo Stato deve intervenire con un 'reddito di dignità' che integra le entrate delle famiglie portandole al livello minimo per vivere dignitosamente", ha ribadito Berlusconi. Questo suo dinamismo ha portato 10 punti alla Lega ma ripeto Salvini quando si siede ad un tavolo è una persona ragionevole capace anche di cambiare idea. Berlusconi è certo: "Troveremo l'accordo sul programma" di governo. "Non entreranno in Fi ma faranno parte del quarto movimento dove c'è chi non dà vita a delle formazioni cospicue". Lega e Forza Italia sono divisi su tutto.

Ma la vicenda appare più seria di come la descrive Berlusconi: "E' assurdo che Berlusconi affermi di non sapere cosa facciano i suoi gruppi - replica il capogruppo della Lega alla Camera Massimiliano Fedriga - Su materie così delicate è da irresponsabili che i gruppi parlamentari facciano qualcosa a sua insaputa". In Forza Italia "c'è la convinzione che il partito deve rinnovarsi, molti hanno detto di non volersi ricandidare. E' un'allenza destinata a sfasciarsi".

Ma al di là di difficili rimonte, la tendenza sembra essere quella che si è registrata negli ultimi anni in Europa con spaccature profonde nelle società che hanno portato all'annacquamento del voto dei partiti tradizionali. Così il ddl Molteni è tornato in commissione Giustizia, anche con il Pd "morbido" su questo tema. A parole sono bravissimi ma poi guardate come stanno amministrando Roma, Torino, Livorno, Ragusa. Dunque, l'importanza di andare a votare come principio fondamentale: "Chi non va a votare questa volta ha il preciso interesse di andare per evitare che al governo vadano i pauperisti M5s che invidiano la classe media, chi ha la fortuna di diventare ricco, odiano gli imprenditori e l'87% di loro non ha mai fatto una dichiarazione redditi perché non hanno mai lavorato - ha spiegato Berlusconi -".

"Ho scritto il programma pensando all'alta percentuale di italiani disgustati, arrabbiati e delusi dalla politica che hanno deciso di stare a casa perché ritengono che il loro voto non abbia alcun effetto". Il ddl propone l'eliminazione degli sconti di pena per i reati che prevedono l'ergastolo, come per esempio strage, omicidio e stupro. In sostanza, l'imputato può chiedere al Gup di valutare l'imputazione formulata dal Pm per eventualmente derubricare il reato in un delitto per il quale non sia previsto l'ergastolo e così consentire l'accesso al rito abbreviato e al conseguente sconto di pena. E Renzi ha provato a tuffarsi immediatamente col rischio che, però, i suoi trascorsi possano rendere le sue intenzioni una cartuccia a salve.