Corruzione da imprenditori: arrestato giudice Mario Pagano del Tribunale di Reggio Calabria

Corruzione da imprenditori: arrestato giudice Mario Pagano del Tribunale di Reggio Calabria

Il Gip di Napoli ha disposto sette ordinanze di custodia cautelare nei riguardi dei altrettanti indagati in un'inchiesta della Procura di Napoli.

Il giudice Mario Pagano, già magistrato del Tribunale di Salerno, attualmente in servizio alla seconda sezione civile del Tribunale di Reggio Calabria, è agli arresti domiciliari al termine di indagini disposte e coordinate dalla Procura di Napoli. Ai domiciliari sono finiti il giudice irpino Mario Pagano e il suo funzionario giudiziario, Nicola Montone. Le altre ordinanze prevedono quattro divieti di dimora ed un obbligo di dimora.

Pagano avrebbe "omesso di astenersi" dalle cause in questione "nonostante lo specifico obbligo imposto dalla legge e, prima ancora, adoperandosi perchè tali cause venissero assegnate a lui".

Il giudice, stando all'accusa, avrebbe ricevuto somme di denaro a beneficio della società polisportiva Rocchese, di cui era responsabile, ma anche cucine e impianti di climatizzazione per un agriturismo a Roccapiemonte.