FCA, meno auto di gran lusso

FCA, meno auto di gran lusso

E' iniziato alle 7.30 di questa mattina lo sciopero di 4 ore dei lavoratori di Maserati Auto Modena aderenti a Fiom/Cgil. In concomitanza con lo sciopero, si svolge un presidio dalle ore 7.30 sino alle 12 davanti ai cancelli dello stabilimento (In via Divisione Acqui).

Fra gli altri, sono intervenuti di Manuela Gozzi segretaria Cgil Modena e Bruno Papignani Fiom/Cgil ER, le conclusioni sono di Cesare Pizzolla segretario Fiom/Cgil Modena. Il cosiddetto "polo del lusso" FCA a Torino, che comprende gli stabilimenti di Mirafiori e Grugliasco, si producono meno auto e la cassa integrazione (C.I., prestazione economica, erogata dallo Stato, a favore dei lavoratori sospesi dall'obbligo lavorativo o a orario ridotto) è in crescita.

Dal palco è stato anche detto che le altre organizzazioni sindacali hanno perso l'ennesima occasione per mobilitarsi insieme ai lavoratori, ma la Fiom/Cgil rimane comunque aperta ad affrontare unitariamente percorsi per il rilancio dello stabilimento. "La Fiom Cgil invita tutti i cittadini modenesi che hanno a cuore il futuro produttivo di Maserati a partecipare all'iniziativa". L'ammortizzatore sarà utilizzato dall'8 al 12 gennaio 2018.

I sindacalisti Fiom e Cgil hanno anche condannato il fatto che a Modena si possa dare spazio a gruppi di estrema destra che fanno dell'apologia del fascismo la loro bandiera.