Consegnati nel Catanzarese sei bonus bebè da 500 euro

Consegnati nel Catanzarese sei bonus bebè da 500 euro

In particolare, si legge nel testo della manovra, per il 2018 viene introdotta una detrazione IRPEF pari al 36% delle spese documentate, fino a un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo.

Per quel che riguarda invece gli affitti, la cedolare secca ridotta per gli alloggi locati a canone concordato, con l'aliquota al 10% sui contratti, è stata prorogata per i prossimi due anni, ovverosia per il 2018 e per il 2019, Inoltre, per chi ha a casa almeno un televisore è stata confermata per il 2018 la riduzione della tassa di possesso, il cosiddetto abbonamento Rai presso l'abitazione di residenza, a 90 euro con l'ormai consolidato pagamento a rate sulla bolletta della luce.

Il finanziamento introdotto trova copertura con le "Misure per il sostegno alla maternità" e rappresenta un riconoscimento alle queste famiglie che hanno scelto di rimanere in un piccolo centro a rischio spopolamento per "mettere su famiglia" e vivere la propria vita in una piccolo, ma attivissima, comunità come quella di Amato. Nel 2018 vengono rinnovati gli ecobonus con modifiche sulle caldaie meno efficienti che escono dallo sconto, e i sismabonus, unificati nel caso di lavori condominiali in zone sismiche. Lo stanziamento del Fondo Povertà sono stati incrementati di 300 milioni nel 2018 e di 700 milioni nel 2019.

La Legge di Bilancio 2018 porta tante novità anche per i giovani.

La legge di stabilità 2018 stanzia in totale circa 500 milioni di euro per il sostegno alle famiglie con figli e disabili. Coloro che avranno intenzione di assumere nuove persone, potranno godere di uno sgravio a livello fiscale di ben il 50%. Il bonus vale per gli under35 nel 2018 e per gli Under30 nel 2019. Requisito principale: il lavoratore in precedenza non deve essere mai stato occupato con un rapporto di lavoro subordinato. Il termine per presentare la dichiarazione precompilata è fissata al 23 luglio, mentre per la Dichiarazione dei redditi è il 31 ottobre, assieme ad Irap e 770. Entrando nel discorso banche, nasce un fondo ristoro. Nel corso dell'esame al Senato sono stati ulteriormente incrementati gli importi per il 2020 e per lo stanziamento a regime dal 2021, portati rispettivamente a 783 milioni (precedentemente 665 milioni) e 755 milioni annui a decorrere dal 2021 (precedentemente 637 milioni).