A letto con l'influenza, "ma bastano 5 giorni per riprendersi"

Lo evidenzia il rapporto Influnet - Rete nazionale di sorveglianza influenza, coordinata dall'Istituto superiore di sanità (Iss), secondo cui nella sola settimana compresa tra il 18 e il 24 dicembre, si sono ammalati 387 mila individui.

"La curva delle sindromi influenzali continua la sua ascesa - si legge nel report - dopo avere superato, nella 49esima settimana, il valore soglia di 2,57 casi per mille assistiti che determina l'inizio del periodo epidemico". Nella settimana di riferimento dell'ultimo rapporto, la 51esima, sono stati 387mila gli italiani colpiti dall'influenza.

L'incidenza per la prima fascia, la più elevata in assoluto, è attualmente di 18,91 casi per mille assistiti, mentre per la seconda è di 12,65. Il livello d'incidenza della malattia in Italia è pari a 6,39 casi per mille assistiti, e a gennaio dovrebbe crescere ulteriormente. Le Regioni maggiormente colpite sono il Piemonte, la Provincia Autonoma di Trento, l'Emilia-Romagna, la Toscana, il Lazio e la Calabria. I virus, stando alle dichiarazioni degli esperti, quest'anno non sembrano essere particolarmente severi, tuttavia l'influenza è una patologia che può avere anche conseguenze fatali nei soggetti predisposti e non deve essere mai presa sottogamba.