Catania, omicidio al Cara di Mineo: uccisa una nigeriana. Controlli a tappeto

Catania, omicidio al Cara di Mineo: uccisa una nigeriana. Controlli a tappeto

Una ragazza nigeriana di 26 anni è stata uccisa con un colpo di arma appuntita alla gola, all'interno del suo alloggio nel Centro Accoglienza Richiedenti Asilo, dove era arrivata nel dicembre del 2016.

L'ipotesi più accreditata è quella dell'omicidio al culmine di una lite. Indaga la Squadra mobile della Questura di Catania.

Adesso gli inquirenti, con il caso affidato dalla procura di Caltagirone alla polizia, sono a lavoro per cercare di mettere insieme i pezzi di questo rebus per capirne principalmente il movente. E' un cittadino che al suo sbarco in Italia ha dichiarato di avere 30 anni e di essere originario del Mali. Gli uomini delle Forze dell'Ordine stanno vagliando la posizione del compagno di Francis Miracle, la donna uccisa: l'uomo è un suo connazionale con il quale aveva avuto i suoi due figli. Accertamenti sono in corso anche su un coltello con macchie di sangue trovato nella cucina dell'abitazione della donna. L'omicidio è al momento senza testimoni.

L'omicidio della donna, Francis Miracle, è avvenuto ieri sera intorno alle 22, ma la notizia è stata mantenuta riservata dalla questura per avviare le indagini rese difficili dal fatto che molti migranti ospiti del Cara che potrebbero essere a conoscenza dei particolari che hanno portato al ferimento mortale della donna ma non parlano l'italiano. Appena arrivati i medici del presidio ne hanno accertato il decesso.