Inglese è sincero: "Non so se sono all'altezza del Napoli"

Inglese è sincero:

La mancanza di alternative all'unidici titolare è uno dei difetti ricnosciuti al Napoli capolista, più per le convinzioni tattiche di Sarri che per una questione numerica, dal momento che giocatori come Ounas, Giaccherini, Rog, sono sempre stati a disposizione del tecnico toscano che però ha quasi sempre preferito mandare in campo i suoi undici "tiolarissimi". A deciderlo saranno i Presidenti di Napoli e Chievo Verona, a dirlo è il DS del Chievo Giancarlo Romairone ai microfoni di Radio Kiss Kiss: "nel pomeriggio saranno resi noti gli accertamenti relativi all'infortunio di Roberto Inglese attraverso un comunicato".

Napoli. "Sono di proprietà del Napoli, prima o poi andrò in Campania: non so se succederà ora o a giugno. Non ho ancora respirato l'aria di Napoli né vissuto lo spogliatoio". L'arrivo immediato o direttamente a giugno? Quando ho affrontato il Napoli in campionato non mi ha fatto alcun effetto particolare. "E ho conosciuto solo Insigne, in Nazionale". "A vedere dove sono i miei limiti". Provo a fare un passo in più. Nominando subito il nuovo ct e approfittando di questi mesi per mappare tutti i possibili azzurri da cui estrarre il blocco che andrà all'Europeo.