Elezioni Figc 2018, Cosimo Sibilia contro la Lega di A: "Serve affidabilità"

Elezioni Figc 2018, Cosimo Sibilia contro la Lega di A:

Al termine dell'assemblea tenutasi a Firenze, il diretto interessato ha affidato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di TMW Radio: "L'assemblea all'unanimità ha approvato la mia piattaforma programmatica dando parere favorevole alla mia candidatura a presidente federale".

"Al termine dell'assemblea i delegati della Lnd hanno candidato all'unanimità Sibilia per le elezioni Figc in programma il 29 gennaio". "Abbiamo avuto un incontro cordiale in cui sono state ribadite le varie posizioni sulla Lega di Serie A, sulla Lega Dilettanti e la Federazione". Classe '58 nella sua carriera di dirigente sportivo è stato anche membro del Consiglio della Fivb, Federazione Internazionale Pallavolo, e presidente della Lega Pallavolo femminile Serie A. "Per quanto poi accaduto io rimango senza parole". "Servono interlocutori che abbiano la stessa affidabilità della Lega Dilettanti, altrimenti non andiamo da nessuna parte". Al centro dell'obiettivo, i due attori forse principali della polemica e ingarbugliata corsa elettorale che avrebbe dovuto rivoluzionare il nostro calcio dopo la dolorosa eliminazione dell'Italia dai Mondiali di Russia 20180. Gli altri per raggiungerla dovrebbero fare delle aggregazioni e non mi pare che in tal senso ci possano essere delle indicazioni, fermo restando che sono disponibile a discuterne. "È un modello che tiene conto della solidità dei bilanci dei club, della tracciabilità, dell'organizzazione del governo societario, della qualità e proprietà degli stadi, della valorizzazione dei giovani e del legame con il territorio".

Cosimo Sibilia è pronto a candidarsi per la presidenza della Figc. "Vi prometto che, finché sarò presidente, il peso elettorale della Lnd non sarà toccato", ha aggiunto Sibilia opponendosi all'ipotesi di una revisione futura delle percentuali del Consiglio federale, che al momento assegnano alla Lnd il 34%.