Repubblica ceca vota per presidenziali

Repubblica ceca vota per presidenziali

Dopo lo scrutinio del 95% dei voti, il presidente uscente della Repubblica Ceca Miloš Zeman ottiene il 39,1% delle preferenze, vincendo così di fatto il primo turno delle elezioni presidenziali, segnala la tv locale.

Zeman - che al suo seggio di Praga è stato contestato da un'attivista del gruppo femminista FEMEN - era dato come favorito dai sondaggi, che però hanno anche previsto correttamente che al primo turno non sarebbe riuscito a ricevere più del 50 per cento dei voti.

Il principale avversario del presidente uscente è Jiri Drahos, 68 anni, europeista, professore universitario ed ex presidente della Accademia delle Scienze della Repubblica ceca.

I cittadini cechi si recheranno alle urne per il ballottaggio il 26 e 27 gennaio. Molto staccati da Drahos tutti gli altri candidati, l'unico a superare il 10 per cento è stato il diplomatico Pavel Fischer (10,16 per cento), poco distanti il medico Marek Hiliser (9,12 per cento) e lo scrittore Michal Horacek (8,81 per cento). Sia Hilšer che Horáček e Mirek Topolánek, il candidato del centrodestra che ha ottenuto il quattro per cento dei voti, hanno già annunciato che al ballottaggio sosterranno Drahoš.

Zeman ha ricevuto il 41%, mentre Drahos il 25,5, secondo quanto risulta dal sito dell'Ufficio statistico (Csu).