Cina, a picco petroliera in fiamme: si teme disastro ambientale

Cina, a picco petroliera in fiamme: si teme disastro ambientale

Lo ha reso noto l'agenzia ufficiale cinese Xinhua, la quale ha comunicato che "In base alle notizie fornite dall'Amministrazione pubblica oceanica, la Sanchi è colata interamente a picco". Sono tre i cadaveri recuperati nei giorni scorsi, mentre altri 29 restano dispersi.

E' affondata la petroliera iraniana che era entrata in collisione con un mercantile il 6 gennaio, con una successiva esplosione a bordo, nel Mar della Cina.

La petroliera batteva bandiera panamense ed era di proprietà della National Iranian Tanker Company (Nitc), gestore della flotta di petroliere iraniana.

Quello che si teme ora è il disastro ambientale: la nave trasportava 136 mila tonnellate di petrolio ultraleggero. Stava spedendo prodotti alla società sudcoreana Hanwha Total. Al momento non è ancora stata stimata con precisione la marea nera causata dal greggio fuoriuscito dalle stive della petroliera ma potrebbe essere la peggiore dal 1991.