Il calvario di Umberto, il parrucchiere dei vip morto in ospedale

Il calvario di Umberto, il parrucchiere dei vip morto in ospedale

A soli 45 anni, lo scorso giovedì, è finito l'hair stylist Umberto Schettino, uno dei più apprezzati parrucchieri della Campania. In lutto la comunità tra Pompei e Castellammare di Stabia. La moglie dell'uomo, assistita dagli avvocati Giuseppe Lupone e Nicola Schettino, ha presentato una denuncia penale per far chiarezza sul dramma. Dal suo iniziale ricovero nel mese di novembre al pronto soccorso del Ruggi d'Aragona, quando erano stati eseguiti alcuni accertamenti e gli era stata prescritta una prima cura da effettuare a casa. Probabilmente sarà disposta un'autopsia per chiarire le cause del decesso.

Era andato al pronto soccorso dell'ospedale per una presunta malattia cardiaca e, dopo gli accertamenti di rito e le prescrizioni, era stato rimandato a casa. In seguito un nuovo ricovero in Cardiologia al Ruggi, fu riscontrato del liquido nei polmoni e un'infezione tubercolare con relativo trasferimento al reparto di malattie infettive.E' il 10 gennaio e la presenza di liquidi fu riscontrata in entrambi i polmoni così il giorno dopo è stata effettuata l'aspirazione del liquido ma dopo circa 20 minuti Schettino è morto.

Durante la cura però l'uomo sentiva peggiorate le sue condizioni di salute, tanto da recarsi in una clinica privata di Pompei dove avrebbe svolto ulteriori esami.

Amici, cari e parenti. In tantissimi in queste ore stanno affollando la sua bacheca per salutarlo, per dirgli che lo ricorderanno sempre con quel sorriso speciale che aveva.

La donna ha ricostruito l'iter che ha portato il marito fino al decesso. In molti sono vicini alla famiglia, alla moglie e ai figli che Umberto amava più di ogni altra cosa per aiutarli a superare una simile tragedia.