La baguette francese potrebbe diventare patrimonio dell'UNESCO

La baguette francese potrebbe diventare patrimonio dell'UNESCO

Bisogna preservarne l'eccellenza e il savoir faire ed è per questo che bisogna inserirla nel patrimonio.

La baguette francese è il tipico pane a forma allungata, celebrato dalla letteratura e dai film, che si produce ogni giorno nelle panetterie della Francia, quale prodotto locale tra i più consumati e famosi.

L'arte dei pizzaioli napoletani ha fatto il suo ingresso alla fine del 2017 nel patrimonio immateriale dell'umanità stilato dall'Unesco, l'organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura, dopo una petizione mondiale che ha raccolto circa due milioni di firme.

L'idea di candidare anche il pane campano a patrimonio Unesco è arrivata dopo la dichiarazione del presidente francese Macron di voler promuovere la baguette. La baguette come la pizza, perchè no? L'iniziativa è partita dal presidente della Confederazione nazionale della panetteria-pasticceria francese Dominique Anract ed ha trovato nel presidente della Francia il maggiore sostenitore. "E non soltanto il nome di baguette, ma anche gli ingredienti e la tecnica per farla". "Hanno ragione", ha concluso Macron. "Se Macron si sta attivando per far riconoscere la 'baguette', con tutto il rispetto, la tradizione partenopea non ha eguali al mondo sia per la bontà dei prodotti della panificazione che per l'immenso patrimonio storico e culturale legato a quest'arte e merita di giocarsi fino in fondo la chance del riconoscimento Unesco".

"Conosco i nostri 'boulangers' - ha detto poi ancora Macron - loro hanno visto che i napoletani sono riusciti a far classificare la loro pizza nelle liste del patrimonio mondiale dell'Unesco".