Napoli, ecco la strategia di De Laurentiis per trattenere Sarri

Napoli, ecco la strategia di De Laurentiis per trattenere Sarri

De Laurentiis ha incontrato Sarri a Figline Valdarno, come vi abbiamo ampiamente raccontato in esclusiva nella giornata di ieri. Si potrebbe trattare, per l'allenatore svizzero, della prima, vera, grande occasione sulla panchina di una big, una proposta difficile da rifiutare per lui e per Ferrero, che ha sempre dichiarato che avrebbe lasciato libero il proprio tecnico di decidere cosa fosse meglio per il proprio futuro.

Del resto, Sarri ha un contratto ancora lungo (scadenza 2020) ma con una clausola rescissoria che permette ad un qualsiasi club di portarlo via dal Napoli con appena otto milioni di euro. Questa cosa la dico a Petrachi e al presidente Cairo che ora si rifiutano di parlare con me, ma devono sapere che su 10 procuratori che firmano un contratto col Torino e poi chiama il Napoli, 11 decidono di andare al Napoli. "Di conseguenza, De Laurentiis è pronto ad un sacrificio economico (aumento di ingaggio a fronte dell' eliminazione della clausola) ma anche a dare a Sarri le chiavi del Napoli che verrà".

Il presidente Aurelio De Laurentiis vorrebbe continuare il rapporto con il tecnico toscano e sarebbe quindi intenzionato a presentare un'offerta di rinnovo contrattuale. Sia in caso di scudetto che in caso di piazzamento Champions, per motivi diversi, il club azzurro potrebbe chiudere un ciclo e cambiare molti elementi del suo organico perché "sazi", "spremuti" o desiderosi di altre sfide.

Ecco perché il vulcanico numero uno azzurro sta spingendo Sarri a firmare un ulteriore prolungamento, fino al 2022.

"Machach è stato individuato da Giuntoli ed è un acquisto prospettico e non sarà l'unico". Il sì di Verdi a gennaio sembra al momento molto probabile, ma è in estate che dovranno essere poste le basi di un nuovo Napoli in grado di lottare per il titolo. Inglese a luglio se Milik recupera? Anche se: "Verdi sarebbe lo spartito più idoneo perché è già stato allenato da Sarri mentre Deulofeu sarebbe più un salto nel buio". Quando arrivò c'erano forti perplessità su Ghoulam, Koulibaly e Jorginho, se il Napoli li mettesse ora sul mercato farebbe le fiamme.