Sidigas campione d'inverno: Avellino vince anche a Trento

Sidigas campione d'inverno: Avellino vince anche a Trento

Scrubb e Zerini si esibiscono in una grande difesa e Rich in contropiede si scatena con una giocata da highlight. Gli attacchi ristagnano per qualche azione poi Rich sblocca la situazione dalla lunetta e Avellino torna avanti. Gomes prende un tecnico e, dopo la realizzazione del libero da parte di Rich, Leunen pesca Scrubb in taglio e la SIdigas va a +4 sul 79-83. I padroni di casa sembrano essersi fermati e Filloy cerca la giugulare della partita con una tripla su un piede solo per il +7.

La gara viene sbloccata dal canestro di Rich che viene seguito dal botta e risposta dall'arco tra Sutton e Filloy (3-5). Rich non è in condizione di sbagliare e segna ancora la le mani addosso per un nuovo +9.

Trento parte subito forte con Hogue che segna due volte in tap-in e Sacripanti chiama subito time out (21-24). Gli 8 punti del numero 2, gli unici della Dolomiti, non bastano però a Trento per reggere il ritmo di Avellino, che con Rich e Filloy si porta a +7 (8-15). Dopo un avvio promettente (17-24 al 10'), i ragazzi di coach Sacripanti subiscono le soluzioni e la forza del gruppo di coach Buscaglia e si ritrovano sotto al 30' di 5 (74-69). Gutierrez segna in penetrazione dopo i liberi di Hogue e Leunen.

Ultimo quarto Avellino si affida a Ndiaye anche in attacco, ma è in difesa che deve alzare la qualità del suo lavoro per poter riavvicinarsi a Trento. Flaccadori e Gomes, con una tripla, completano la rimonta e Trento passa a condurre 25-23. Quattro liberi consecutivi di Scrubb permettono ad Avellino di tornare avanti ma con l'ennesima tripla di Gomes Trento torna sul 31-28. Shields si prende due liberi, ma Rich replica subito. Persa di Trento, Scrubb è una sentenza da tre punti. Sutton ruba palla e vola in contropiede e Sacripanti chiama il minuto di sospensione sul 36-34. La Sidigas accusa il colpo: Sutton e Hogue la spingono a -11 quando mancano 2' all'ultimo intervallo. Avellino sbaglia ancora rimessa, Flaccadori schiaccia il 42-35. Parziale casalingo di 5-0 con Flaccadori e Gomes ma Rich con un gioco da tre punti pareggia (31-31). Nonostante l'assenza di Accordi, nella seconda metà di gara i trentini sono poi molto bravi ad amministrare lo scarto guadagnato, senza concedere agli avversari la possibilità di rientrare in partita: finisce 58-85, con Conti (22 punti) miglior realizzatore ed altri tre giovani bianconeri in doppia cifra a referto (Kitsing, Erik Czumbel e Doneda). Filloy detta la strada ai suoi con 4 punti per il meno 3. Wells ruba palla e lancia Ndiaye per la schiacciata. Due liberi di Fitipaldo chiudono il primo quarto sul 17-24. I risultati qualificano la Virtus Bologna per le Final Eight, mentre la sconfitta di Trento contro Avellino, sicura del titolo di campione d'inverno, a prescindere dal risultato di Milano, elimina dalla kermesse di Firenze la squadra di Buscaglia. I biancoverdi con questa vittoria chiudono il girone d'andata primi in classifica.