La Ue cambia idea: l'olio di palma non è pericoloso

La Ue cambia idea: l'olio di palma non è pericoloso

"Nella peggiore delle ipotesi - si legge in una nota Efsa - i neonati nutriti esclusivamente con latte artificiale potrebbero lievemente superare il livello di sicurezza". Ed è arrivata a conclusioni più rassicuranti per i consumatori, anche se rimangono alcune preoccupazioni.

Ora arriva una nuova dichiarazione dell'Efsa, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare, che ha spiegato che l'olio di palma sia privo di rischi per la stragrande maggioranza dei consumatori.

Questa valutazione non è cambiata. È quindi davvero difficile correre veri rischi.

Nel frattempo l'EFSA ha aggiornato il metodo utilizzato per calcolare la precedente DGT, ciò che viene chiamato approccio della dose di riferimento (BMD ). Efsa è comunque più cauta rispetto all'Organizzazione Mondiale della Salute che ha fissato l'asticella a 4 microgrammi per chilo.

Sulla scorta di quel parere la Commissione europea ha avviato una procedura legislativa per ridurre i livelli di Ge in oli vegetali e alimenti. Ma rimane un osservato speciale dalla comunità scientifica.