Spesometro semplificato 2017 2018:disponibili le bozze del modello

Spesometro semplificato 2017 2018:disponibili le bozze del modello

È lo spesometro light, pensato per 'sminare' l'invio delle fatture elettroniche e porre rimedio alle difficoltà che avevano fatto andare il tilt il sito, creando non poche difficoltà ai contribuenti. E lo slittamento della scadenza del 28 febbraio a una nuova data a 60 giorni, dopo la pubblicazione definitivo delle nuove norme.

Più tempo per inviare i dati delle fatture del secondo semestre 2017. "Sono state accolte tutte le nostre istanze di grande semplificazione", ha commentato il viceministro.

Il provvedimento dovrebbe recepire le novità introdotte dal cosiddetto "Decreto fiscale" approvato a fine 2017, finalizzate a semplificare le informazioni da trasmettere. La principale novità riguarda, come detto, le mini-fatture. In questo caso sarà facoltativo compilare i dati anagrafici di dettaglio delle controparti e sarà possibile comunicare solo i dati del documento riepilogativo registrato, anziché i dati dei singoli documenti. Le nuove semplificazioni potranno essere utilizzate anche per inviare le comunicazioni integrative di quelle errate riferite al primo semestre 2017. Ma questo non sarà obbligatorio. I contribuenti che hanno usato il software di mercato per la predisposizione della comunicazione del primo semestre 2017 e non intendono modificarlo potranno continuare a compilare la comunicazione secondo le regole tecniche previdenti. Arrivano le nuove regole tecniche semplificate per la trasmissione telematica delle fatture emesse e ricevute e delle eventuali successive variazioni.

Per semplificare le procedure, e limitare le possibilità di errori nella compilazione, l'Agenzia metterà a disposizione anche due pacchetti software gratuiti "per il controllo dei file delle comunicazioni e per la loro predisposizione". Secondo quanto previsto dalla bozza, i termini per l'invio della comunicazione vengono allineati a quelli della comunicazione obbligatoria.