Facebook, le fonti attendibili saranno stabilite dagli utenti

Facebook, le fonti attendibili saranno stabilite dagli utenti

"Questa nuova funzione non cambierà la quantità di informazioni che vedi su Facebook, ma cambierà solo il bilancio delle informazioni a favore di fonti considerate affidabili dalla comunità degli utenti".

"Ora chiederemo (agli utenti) se conoscono la fonte che pubblica le informazioni e, in caso affermativo, se si fidano di quella fonte".

L'annuncio arriva una settimana dopo un'altra misura su Facebook, che ha annunciato giovedì l'intenzione di ridurre la presenza di marchi e media sui feed di notizie.

Zuckerberg ha quindi annunciato la seconda novità del 2018, che riguarderà la qualità delle notizie: "Per assicurarci che le news che visualizzate, anche se saranno di meno, siano di alta qualità, ho chiesto al nostro team di assicurarsi di dare priorità a notizie attendibili, informative e locali".

Mark Zuckerberg ha delegato la selezione dell'autorevolezza di una fonte di notizia agli utenti.

Il motivo lo spiega poco più avanti: "C'è troppo sensazionalismo, disinformazione e polarizzazione [delle opinioni] nel mondo di oggi", ha aggiunto Zuckerberg. Incrociando le risposte degli utenti quindi, il social deciderà quali testate avranno priorità nel feed, quali no. Dando così priorità alla diffusione della fiducia che ha un media, piuttosto che alla sola credibilità dei suoi 'fan'.

La promessa di lasciare più spazio ai contenuti degli amici, portando la percentuale di news visibili dal 5% al 4%, non è stata accolta positivamente dai media e dalle aziende; da un lato l'ipotesi di un social ancora più infestato dalle fake news che dovrebbe in teoria contrastare, dall'altro il (concreto) timore di subire una drastica diminuzione degli accessi sulle proprie piattaforme. La speranza, secondo Zuckerberg, è che questi aggiornamenti migliorino il tempo che si passa sul social network.