Auto, a gennaio in Europa il mercato cresce del 6,8%

Auto, a gennaio in Europa il mercato cresce del 6,8%

Fca ha venduto a gennaio 84.953 auto nei Paesi dell'Europa dei 28 più Efta, con una crescita dell'1,2% rispetto allo stesso mese del 2017.

Quasi tutti i principali mercati europei - spiega l'Acea - sono in crescita, a eccezione del Regno Unito (-6,3%), in calo per il decimo mese consecutivo.

In gennaio sono state 59.900 le immatricolazioni in Europa del marchio Fiat, per una quota del 4,7 % e il marchio migliora le proprie performance in Francia (+3,6 %) e in Spagna (+22,2 %).

Da segnalare i risultati ottenuti dalla Renegade - ormai stabilmente tra le top ten del suo segmento - e dalla Compass che, con quasi 5.800 immatricolazioni, sta rapidamente guadagnando posizioni nella classifica delle più vendute del suo segmento. Oltre alla lieve crescita registrata in Italia (+0,5 per cento), tra i major market FCA ottiene risultati positivi in Francia (+9,6 per cento rispetto al +2,5 per cento del mercato) e in Spagna (vendite in crescita del 30,6 per cento in confronto al +20,3 per cento del mercato). Ford, Bmw e Gruppo Daimler crescono meno del mercato mentre Toyota mette a segno un incremento nelle vendite dell'8,4%. La 500 e la Panda, con una quota insieme del 28,5 per cento, confermano nel segmento A la loro consolidata leadership. Jeep, oltre al +107,8% in Italia, cresce del 40,2% in Germania, del 47,3% in Francia e del 124,9% in Spagna. Il marchio di lusso Maserati a gennaio ha immatricolato 774 vetture.

Ottimo inizio per il mercato auto dell'Unione Europea. Mancano all'appello soltanto Svezia (-1,3%), Cipro (-3,5%), Irlanda (-4,9%), e Regno Unito (-6,3%).

Decisivo, come sempre, il peso dei cinque maggiori paesi dell'Unione in cui le immatricolazioni complessive sono state 869.373 pari al 69,3% del totale. E buono è anche il risultato italiano con 177.822 immatricolazioni e un tasso di crescita del 3,4%. Le cause sono i timori per la Brexit e l'introduzione nell'aprile 2017 di una nuova tassazione che colpisce le emissioni di CO2 delle autovetture. Con oltre 10 mila immatricolazioni nel mese, è cresciuta anche la Tipo (+4,5%).Volkswagen e Renault fanno meglio del mercato e segnano una crescita nelle immatricolazioni rispettivamente dell'8,7% e del 9,5%: per il gruppo tedesco in grande spolvero i marchi Skoda e Seat, entrambi intorno al 20% di immatricolazioni in più rispetto a gennaio 2017, mentre le vendite a marchio Volkswagen comunque mettono a segno un +4,4%; all'interno del Gruppo francese, invece, il brand Renault cresce del 6%, Dacia del 17%.