GdF. Prato: sequestrati 160 kg. di tabacchi lavorati esteri per contrabbando

GdF. Prato: sequestrati 160 kg. di tabacchi lavorati esteri per contrabbando

Protagonista della vicenda è un viaggiatore bielorusso che era arrivato a Torino con un volo da Sanpietroburgo e che gli agenti della guardia di finanza della Compagnia di Caselle e i funzionari dell'agenzia della dogana hanno fermato nello scalo torinese.

L'esame del container a mezzo di apparecchiatura radiogena silhouette scanner in uso all'Ufficio delle Dogane ha confermato i sospetti, divenuti certezza al momento dell'apertura del container: nascosti dietro un centinaio di cartoni contenenti bicchieri di vetro di pessima qualità sono state rinvenute sigarette marca Marble accuratamente stoccate in scatole di cartone. Gli accertamenti eseguiti sugli avventori, fermati e sottoposti a controllo nelle vie limitrofe, hanno consentito di rinvenire sulle persone svariati pacchetti di T.L.E. di contrabbando del tipo cinese, facendo ipotizzare ai finanzieri l'attualità di un traffico illecito di TLE di contrabbando effettuato all'interno dello stabile.

Peraltro nell'esecuzione delle perquisizionii, sono stati individuati in tutto, nove cinesi che stavano riposando in giacigli di fortuna, in condizioni igieniche e strutturali precarie, tutti privi di documenti di identità e irregolari sul territorio nazionale.

L'uomo è stato denunciato per contrabbando di tabacchi lavorati esteri e rischia cinque anni di carcere e una multa fino a 140mila euro.