Il Comune di Corleone ai Riina: "Pagate la tassa sui rifiuti"

Il Comune di Corleone ai Riina:

Gli eredi di Totò Riina, morto il 17 novembre 2017, si sono opposti al pagamento della tassa sui rifiuti, con tanto di arretrati: la vedova, Ninetta Bagarella, deve circa 600 euro; la figlia Lucia, circa 400. Da settembre, le tre commissarie che guidano il comune dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiose hanno inviato più di un sollecito, ma il messo non è riuscito neanche a consegnare la cartella esattoriale. Se il conto non dovesse essere saldato entro 120 giorni, la pratica sarà automaticamente sottoposta all'Agenzia delle Entrate, che provvederà, come prevede la prassi in questi casi, al pignoramento delle auto di proprietà dei morosi. Un gesto quasi rivoluzionario a Corleone, visto che la precedente gestione del comune aveva addirittura varato una sorta di sanatoria di cui hanno beneficiato anche i mafiosi e i loro parenti. Adesso invece, il cambio di rotta: tutti devono pagare le tasse. La cartella esattoriale qualche mese fa sarebbe arrivata anche alla vedova di Bernardo Provenzano.

Come difesa, la moglie e le figlie del padrino continuano a dirsi nullatenenti, affermando di non sapere nulla dei "tesori" accumulati da Totò Riina e mai sequestrati dalle autorità.