Internazionali d'Italia MX 2018. Cairoli e Febvre mattatori a Noto

Internazionali d'Italia MX 2018. Cairoli e Febvre mattatori a Noto

La seconda e penultima prova si corre infatti sul rinnovato circuito siciliano di Noto, il Cross Park Gino Mieli, una cinquantina di chilometri da Siracusa, che rientra nel circuito a distanza di 4 anni dopo i lavori che hanno riguardato sia la pista sia gli spazi riservati al pubblico.

Conferma quindi della vittoria di Cairoli con Febvre secondo e Alessandro Lupino terzo. Il riscatto, però, è arrivato nella Supercampione dove lo squalo di Patti non ha lasciato che le briciole agli avversari andando a vincere precedendo sia Van Horebeek - poi penalizzato di 10 secondi - sia Febvre.

Un appuntamento, quello con gli Internazionali d'Italia che servirà al campione italiano per preparare al meglio l'assalto al decimo titolo mondiale che lo proietterebbe nella leggenda del motocross facendolo diventare, al apri di Everts, il pilota più vincente di sempre.

Da un'isola all'altra, ma sempre protagonista. Quarta posizione per Ivo Monticelli (Yamaha), seguito da Tanel Leok (Husqvarna) e Alessandro Lupino (Kawasaki).

A Noto (SR) il nove volte Campione del Mondo ha continuato, sulla scia della prima gara dell'anno, la sua marcia di avvicinamento verso il primo Gran Premio dell'anno. Partito al comando, con tanto di Holeshot, Tony deve lasciare la leadership della gara MX1 a Romain Febvre (Yamaha), che lo supera quando mancano quattro giri dalla fine, approfittando di un'incertezza di Cairoli nel superare un doppiato. Il pilota belga viene, però, retrocesso di dieci posizioni al termine della gara, per aver sorpassato il suo compagno di squadra Febvre in regime di bandiere gialle. Il primo pilota della Mx2 è risultato Alvin Ostlund (Yamaha Sm Action), quinto assoluto. Nella Supercampione Cairoli è in testa con 240 punti, e precede Febvre con 180; terzo Tannel Leok a 105. Il francese è riuscito a sorprendere Antonio Cairoli nei giri finali e a tagliare il traguardo in prima posizione. Deciso a regalare ai siciliani una giornata trionfale, Cairoli è scattato nel gruppo dei primi nella gara Supercampione, con i migliori venti della Mx1 e i migliori venti della Mx2. A Tony resta la tabella rossa di leader del campionato di categoria che guida con punti 220 davanti a Febvre (180) e Van Horebeek (160).

Seconda splendida e convincente doppietta nella 125 per il veneto Mattia Guadagnini, che ha impressionato non solo per la sua velocità, che gli ha permesso di dominare entrambe le manche, ma anche per la maturità che ha ostentato sin dalla mattinata.