Istruttore di volo scova centinaia di bici rubate sul tetto dell'edificio

Istruttore di volo scova centinaia di bici rubate sul tetto dell'edificio

Qualcuna ridotta ormai a ferraglia, ma altre in ottimo stato di conservazione e qualcuna davvero anche di valore: sono le biciclette rubate, circa 400, custodite sul tetto di un capannone in disuso situato in via Fulvio Testi all'angolo con via Gorki.

Probabilmente non avrà creduto ai propri occhi l'agente istruttore della polizia locale di Milano quando domenica scorsa, sorvolando con un elicottero i cieli di Cinisello Balsamo ha visto il tetto di un edificio completamente ricoperto di qualcosa di decisamente diverso dalle classiche tegole.

Sull'origine delle biciclette, pare ci siano pochi dubbi.

A dare la notizia a the Submarine è un informatore anonimo, che come prova ci mostra due foto aeree dell'edificio in questione, un capannone industriale in stato di degrado e abbandono. La denuncia è scattata mercoledì scorso, e in questo momento sono già stati posti i sigilli alla struttura.

L'area è stata sequestrata, le bici saranno rimosse e nei prossimi giorni le fotografie saranno postate sul gruppo facebook "Bici rubate e ritrovate - Polizia locale Milano " per fare in modo che i proprietari possano riconoscerle e rientrarne in possesso. Il capannone è stato posto sotto sequestro, ma dalle indagini della polizia locale il titolare è risultato estraneo ai fatti.

Le bici presto verranno trasferite in un deposito sicuro e, una volta fotografate, potranno essere rintracciate dai proprietari sulla pagina "Bici rubate".