Lega Serie A, la Liga spagnola blinda Tebas con una clausola anti-Italia

La Lega Serie A non parlerà spagnolo. Secondo la stampa spagnola l'assemblea straordinaria della Liga, di cui è presidente dal 2013, ha approvato un maxi aumento di stipendio per blindarlo da qualsiasi tipo di corteggiamento.

Sembrava il favorito per la poltrona di amministratore delegato della Lega Serie A e invece è sfumata la candidatura di Javier Tebas.

Lo stimatissimo manager Javier Tebas presidente della Liga spagnola ha ricevuto una notevole dimostrazione di stima importante in patria. Una situazione che conferma la piena fiducia in un dirigente che ha curato nel migliore dei modi gli interessi del calcio spagnolo. Voto contrario è stato espresso solo da Real Madrid, Athletic Bilbao e da tre squadre di Seconda Divisione.

Tebas, che nella scorsa estate si è reso protagonista di una vera e propria battaglia contro il Psg, dopo l'addio di Neymar al Barça e alla Liga, ha conquistato la ribalta recentemente anche per un'altra operazione.

Cosa succede ora nella Lega Serie A.

.

La firma sul rinnovo del contratto non è ancora arrivata ma sono in tanti entro i confini iberici a credere che alla fine Tebas resterà a gestire i diritti tv con le immagini di Messi e Cr7. Sami Kahale, ex Procter & Gamble, e Luigi De Siervo, ad di Infront, sono gli altri candidati per il ruolo di ad della Lega di A, che da 9 mesi è senza vertici e ora è commissariata da Malagò.