Nicola Tumolero "faccia di bronzo" alle Olimpiadi: è terzo nello skating

Nicola Tumolero

Arriva dalla pista lunga di pattinaggio di velocità e porta la firma di Nicola Tumolero sui 10.000 metri. Come il suo allenatore Fabris, che a Torino quasi alla sua stessa età conquistò 2 ori e 1 bronzo, ha battuto il suo stesso avversario, l'olandese Sven Kramer che stasera ha dato "via libera" al bronzo del vicentino chiudendo al sesto posto. Che alle Olimpiadi potesse conquistare la medaglia lo si era già capito pochi giorni fa, precisamente a inizio mese di gennaio, quando proprio il nostro Nicola conquistò la medaglia d'oro nei 5000 metri ai campionati europei di speed skating che si sono tenuti in Russia, nella località di Kolomna. Un'impresa che la maggior parte degli italiani non hanno potuto vedere in diretta, visto che la Rai ha trasmesso la 20 km di biathlon maschile, in cui gli azzurri non avevano nessuna chance, e solo in differita la gara che ci ha regalato la quinta medaglia di questi Giochi invernali. " "Fabris è un esempio, per me rappresenta un incoraggiamento continuo".

Non credevo potesse succedere una cosa del genere. Una medaglia con annesso personale:"In ogni pista il tempo può essere diverso, dopo i 5.000 ho scaricato la tensione e sono riuscito a fare bene. Sono andato più calmo per evitare di scoppiare a metà gara". Un crollo nel finale di gara ha infatti condannato il 24enne di Altavilla alla dodicesima posizione lontano dai suoi tempi abituali. "Questo risultato è per la mia famiglia e per mia nonna Margherita in particolare". "Il calcio -conclude- invece non mi piace, non lo seguo".