Prelievo forzato di ovuli, Antinori condannato a 7 anni e 2 mesi

Prelievo forzato di ovuli, Antinori condannato a 7 anni e 2 mesi

Tre le altre condanne: 5 anni e due mesi all'ex segretaria di Antinori, Bruna Balduzzi e all'anestesista Antonino Marcianò e 2 anni a Gianni Carabetta, un conoscente del ginecologo accusato di estorsione.

L'inchiesta, partita con la denuncia della vittima, aveva portato ai domiciliari Antinori. Il legale ha poi parlato anche dell'interdizione dall'esercizio della professione medica: "Il professore ha più di settant'anni, con l'interdizione e quanto gli è stato contestato avrà delle difficoltà, ma è forte, si rialzerà". Gli embrioni ancora sotto sequestro sono stati confiscati, mentre la clinica dove operava Antinori rimarrà sotto sequestro fino alla sentenza definitiva.

Prelievo forzato di ovuli, Antinori condannato a 7 anni. È il commento dell'avvocato Gabriele Maria Vitiello, difensore insieme agli avvocati Carlo Taormina e Tommaso Pietrocarlo, del ginecologo. "Una sentenza oltremodo eccessiva che stravolge la verita' dei fatti". "Il medico oggi non è qui perché non sta bene, questa vicenda gli ha stravolto la vita".

Sette anni e due mesi di carcere. Per i pm Maura Ripamonti e Leonardo Lesti, titolari delle indagini, il medico non meritava nemmeno le attenuanti generiche "per il suo ruolo preminente e perché è protagonista di gravi reati". Tuttavia venne immobilizzata, sedata e poi costretta a subire l'intervento.

L'accusa aveva chiesto 9 anni di reclusione per Antinori ma i giudici del tribunale meneghino non hanno riconosciuto il reato di rapina aggravata, arrivando quindi a una pena più lieve.

Con il pagamento di una sanzione pecuniaria da 3.500 euro. Contro questa decisione la Procura ha presentato ricorso in Cassazione.

Antinori, infine, assieme ad altri, rischia anche un altro processo per l'accusa di associazione per delinquere finalizzata al commercio illegale di ovociti destinati alla fecondazione eterologa, ossia un presunto traffico illecito di ovuli alla clinica Matris, da lui diretta prima che venisse sequestrata.