Proseguono le indagini su Fausto Brizzi ei tre casi di violenza

Proseguono le indagini su Fausto Brizzi ei tre casi di violenza

Sul suo fascicolo c'è scritto 'indagato per violenza ses*uale', è questa una delle novità sul suo drammatico caso che giunge da Piazzale Clodio, dove in questi giorni si stanno svolgendo accertamenti sulla vicenda che ha visto il regista di Ex e Forever Young nell'occhio del ciclone. Sul tavolo della Procura di Roma sono arrivate tre denunce per violenza sessuale.

Nei reati di natura sessuale, infatti, si può procedere solamente per fatti risalenti a sei mesi prima della denuncia. E quindi, scrive Edoardo Izzo su La Stampa, "se dovesse essere accertata la violenza, si potrebbe procedere a carico di Brizzi". Tra i parlamentari che avrebbero "falsificato le restituzioni di parte degli stipendi al Fondo per il microcredito" compaiono Silvia Benedetti; Massimiliano Bernini; Elisa Bulgarelli; Barbara Lezzi e Giulia Sarti.Oggi Luigi Di Maio, a quanto si apprende, si recherà al ministero dell'Economia per chiedere un elenco più dettagliato dei versamenti devoluti dai 5 stelle al fondo per le Pmi. Poi lo scandalo viene reso pubblico: l'11 novembre 2017, a parlare del regista sono il "Corriere della Sera" e "Il Messaggero" spiegando che "il suo nome era circolato sui social network poche ore dopo la denuncia pubblica di alcune attrici". La Warner Bros ha fatto sparire il nome del regista, per quanto possibile, dal film Poveri ma bellissimi uscito a Natale.

Il legale del regista ha però negato l´esistenza di tale fascicolo: "Non risultano iscrizioni a carico del mio cliente presso la Procura della Repubblica di Roma", ha dichiarato l´avvocato Antonio Marino, "anche a seguito di una verifica effettuata nel corso della mattinata odierna".

"Il mio assistito, come già fatto in passato e in qualsiasi presente e futura circostanza, - conclude Marino - ribadisce di non aver mai avuto nella sua vita rapporti che non fossero consenzienti".