Sanremo 2018, il festival dei record

Sanremo 2018, il festival dei record

E poi ha spiegato: "Non lo so: avevo già detto di no per questo Festival, poi me lo sono rimangiato. Non lo so, non so veramente rispondere". Doveva essere un Festival di transizione, un Festival che calasse in termini di ascolti, in attesa di un futuro salvatore della Patria per la kermesse del 2019.

Il profilo non si è discostato molto da quello dell'ultimo Festival targato Conti ed è caratterizzato da un elevato profilo socio-economico, segnala Publicis Media. "Per ora ho avuto solo fiori e opere di bene, vediamo se proseguono", ha aggiunto facendo l'occhiolino. Risultati incredibilmente alti, record di ascolto battuti e forse per la prima volta anche il mondo della discografia unanimemente contento per come è stata trattata la musica da un direttore artistico che è innanzitutto un musicista.

I conduttori si danno i voti "Nel complesso sono contento, avrei potuto cantare meglio qualcosa, ma non è facile fare poi tutto il resto, con le scalette che cambiano, però direi che mi dò un voto buono".

In questo quadro si pone l'intervento di Claudio Baglioni, la cui storia personale e familiare affonda le radici proprio nei comuni colpiti dal sisma. E' diventato, nel corso degli anni, un artista poliedrico e innovativo, grazie ad una continua evoluzione di testi e musica che gli ha permesso, appunto, di riunire più generazioni di ascoltatori, raggiungendo le vette della popolarità.

La serata finale del Festival di Sanremo si conclude con il miglior risultato dal 2002: 12,125mln di spettatori e il 58,3% di share. "Grazie al concerto-evento "Avrai", Claudio Baglioni e la Fondazione O'Scia' ONLUS hanno raggiunto l'obiettivo straordinario della raccolta di un milione e mezzo di euro per i bambini di Bangui - capitale della Repubblica Centrafricana - e per i bambini italiani delle zone terremotate del Centro Italia". Lo dichiara il direttore generale della Rai, Mario Orfeo.

C'è molta curiosità e ognuno ha il suo cantante preferito che, spera, possa spuntarla, ma vediamo cosa dicono i vari pronostici su chi vincerà Sanremo: si deve tener conto del pubblico col televoto, il gusto dei giornalisti che votano in sala stampa, la giuria demoscopica e, questa sera, anche della giuria di qualità. A tutti loro va il mio ringraziamento e quello dell'azienda.