Silvio Berlusconi a "Porta a Porta": "Vespa, se continua a farmi obiezioni..."

Silvio Berlusconi a

A diciassette anni dal "Patto con gli italiani" firmato da Silvio Berlusconi negli studi di Porta a Porta, il leader di Forza Italia ha chiesto a Bruno Vespa di rispolverare la stessa scrivania che gli portò fortuna nel 2001 ("l'attrezzeria della Rai è ben fornita", ha commentato il conduttore) e ha siglato un nuovo testo dopo averlo letto a beneficio dei telespettatori. Oggi, a meno di venti giorni dalle elezioni del 4 marzo, sigla l'impegno che "entro fine legislatura il tasso di disoccupazione sarà sotto la media europea che è del 8,7 per cento". "Dove hai ritrovato il cimelio?", chiede Giorgio Mule', ex direttore 'Panorama', ora candidato di Fi alle politiche. Questo documento preparato si chiama "Impegno con gli italiani", esordisce l'ex premier. Il siparietto va in onda ancora una volta su 'Porta a Porta', alla presenza del padrone di casa, Bruno Vespa. "Lei avrà la possibilità di 'sputtanarmi' se non ci riesce", dice poi Berlusconi a Vespa. "Mi siedo con emozione a questa scrivania", ha detto Berlusconi.

Il testo del nuovo impegno ruota attorno al lavoro e alla disoccupazione giovanile. Dopo la vittoria del centrodestra il 4 marzo, vittoria che ritengo sicura, io avrò al fianco del presidente del Consiglio l'impegno di creare posti di lavoro.

"Sono felice che il Presidente Silvio Berlusconi abbia sottolineato con grande evidenza oggi davanti al consiglio generale di Confcommercio uno degli impegni fondamentali che ho assunto con il Ponente Ligure e che avevamo discusso insieme in un nostro recente confronto sulle priorità per la regione". "Entro la fine della legislatura il mio obiettivo è portare il tasso di disoccupazione sotto la media europea".