Vigevano: Arriva in piazza il "camper anti-violenza" sulle donne

Vigevano: Arriva in piazza il

Oggi assistiamo purtroppo ancora a casi di violenza sulle donne sia in campo lavorativo con discriminazioni e soprusi di vario tipo (mobbing, stalking) - spiegano gli organizzatori - sia con violenze fisiche vere e proprie. Non avere paura a smuovere il muro del silenzio e non avere paura di denunciare.

Il camper della Polizia di Stato contro la violenza di genere torna a San Valentino.

Tra i tanti eventi previsti e in continuo aggiornamento, si possono ricordare quelli che si tengono a Roma in Piazza Montecitorio alle 15, realizzato con il patrocinio del Municipio Roma I Centro e in collaborazione con Differenza Donna, alle 18,30 flash mob in piazza della Scala a Milano in collaborazione con la cooperativa sociale Cerchi d'Acqua e a Bologna alle 18 in piazza San Francesco insieme alla Casa delle donne per non subire violenza.

L'evento inizierà alle 17:00 e saranno presenti le rappresentanti delle associazioni anti violenza CEDAV ed Evaluna ONLUS, dell'ospedale Papardo e di Posto Occupato.

Sarà un appuntamento importante non solo per coloro che vogliono esclusivamente informazioni, ma anche per le vittime di violenza che potranno avere un confronto/colloquio privato con gli operatori della Polizia. E noi in sinergia con le altre istituzioni della rete antiviolenza cerchiamo di raggiungere a pieno tali obiettivi.

Dalle ore 10,00 odierne, infatti, è stato installato un gazebo nel pressi della villa comunale avellinese, dove Funzionari di Polizia, personale della Squadra Mobile, della Divisione di Polizia Anticrimine e dell'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, collaborati da personale del Centro Antiviolenza irpino "La Goccia" hanno fornito, a numerosissimi cittadini, visibilmente interessati, opuscoli predisposti per l'occasione ed ogni utile consiglio.

Un responsabilizzazione della società, una responsabilizzazione dei protagonisti della violenza contro le donne: gli uomini.

Continua l'impegno della Polizia di Isernia per stare al fianco delle donne vittime di violenza, grazie anche al progetto 'Questo non è amore'. "Il tutto per mettere a loro agio le persone in difficoltà e aiutarle ad intraprendere un nuovo percorso di vita". I provvedimenti di ammonimento del Questore sono stati 3.