Prodi abbraccia Gentiloni: sostengo il centrosinistra e Insieme

Prodi abbraccia Gentiloni: sostengo il centrosinistra e Insieme

E' così importante che la coalizione di centrosinistra sia unita. Salvini: "Da premier farò Berlusconi ministro". "C'è una certa commozione nel tornare a un'assemblea politica dopo quasi nove anni", ha esordito Prodi, "e c'è commozione anche per il riconoscimento a Paolo del lavoro che sta facendo in un momento difficile, in cui dobbiamo mostrare un Paese sereno, che ha idee chiare, che riconosce i propri limiti e i propri meriti nell'ambito europeo e ricostruisce un ruolo per avere una influenza nel mondo, per essere l'Italia che noi vogliamo: sana, forte, rigorosa".

Romano Prodi rompe gli indugi: sostiene il centrosinistra e in particolare la lista 'Insieme'. E rivolto a Bersani e D'Alema che hanno deciso di separarsi dal Pd per presentarsi con LeU ha aggiunto: sono "amici perché abbiamo lavorato lungamente assieme, ma hanno profondamente sbagliato perché questo è il momento in cui bisogna stare insieme".

Al Professore risponde il capo di palazzo Chigi, che individua in Prodi il "simbolo del centrosinistra che vince". "Noi - ha detto - siamo nati come Ulivo sotto la leadership di Romano Prodi, per andare al governo". Quella resta la nostra ispirazione, il nostro impegno, anche dopo 20 anni. "Quegli slogan di vent'anni fa sono tuttora il tessuto della coalizione del centrosinistra a guida Pd che oggi si presenta alle elezioni". E conclude: "L'obiettivo con il quale ci presentiamo alle elezioni del 4 marzo molto semplicemente è assicurare all'Italia una seconda stagione di riforme".

"I distacchi dei sondaggi sono colmabili" Nella corsa elettorale, rispetto alla coalizione avversaria, "c'e un distacco di sei-sette punti, non esistono distacchi incolmabili".

"Sono qui a bologna per sostenere la coalizione di centrosinistra ma soprattuto questa parte della coalizione: la lista 'insieme'".

Poi una sorta di "endorsement" a favore della lista che vede insieme ex ulivisti, socialisti e ambientalisti: "A Insieme mi sento particolarmente legato perché porta avanti la logica che era il mio sogno, il mio compito, la mia coerenza con la vita, quello di mettere insieme i diversi riformismi". "Dobbiamo fissare pochi valori e portarli avanti insieme e fare barriera contro chi con i propri programmi aumenta le diseguaglianze".