Incendio doloso alla Federico II: ritrovata una bottiglia con liquido infiammabile

Incendio doloso alla Federico II: ritrovata una bottiglia con liquido infiammabile

Un gesto da anni di piombo.

Principio di incendio questa mattina al secondo piano della sede di corso Umberto dell'Università Federico II di Napoli. Sul posto sono giunti subito i vigili del fuoco, che hanno prontamente estinto il rogo, e gli agenti della Polizia di Stato, che hanno avviato le indagini per capire la natura dell'accaduto. A terra è stata rinvenuta un contenitore con del liquido infiammabile. E' stato l'usciere al secondo piano ad avvistare del fumo sotto la scrivania del corridoio, all'esterno degli uffici amministrativi. Ad indagare ora sono gli agenti della Digos della questura di Napoli. "Quello che è successo è gravissimo, ha messo a repentaglio le persone.", denuncia il rettore della Federico II, Gaetano Manfredi. Sconcertati anche i rappresentanti delle organizzazioni universitarie federiciane che hanno stigmatizzato il fatto attraverso una nota congiunta. "Nonostante siano ancora da appurare le motivazioni e la dinamica del dolo - si legge nella nota -, riteniamo necessario testimoniare la vicinanza della comunità studentesca, ai lavoratori ed agli studenti che quotidianamente frequentano i luoghi universitari e ci uniamo tutti a difesa della tenuta democratica delle istituzioni".

Principio d'incendio nella sede centrale dell'università Federico II di Napoli.