L'energia di Fiamm per il Team Alma Pramac Racing nel MotoGP 2018

L'energia di Fiamm per il Team Alma Pramac Racing nel MotoGP 2018

L'italiano con il numero 9 sogna una grande stagione: "Sono molto felice di correre un altro anno con Pramac Racing".

La Sala Olimpo della Manifattura Lamborghini ha ospitato la presentazione di Alma Pramac Racing, che si presenta con un duo di piloti rinnovato per metà ma sempre con l'ambizione di ottenere risultati importanti: Danilo Petrucci si è mostrato rapido nei test con la GP 2018 e Jack Miller ha finora mostrato un'ottima capacità di adattamento alla Ducati, due aspetti che fanno sperare in una stagione ancora migliore della precedente, puntando a quella prima vittoria sfiorata in un paio di occasioni nel 2017. Ma penso anche a Petrucci, che sta facendo molto bene e ormai è candidato ad una squadra ufficiale. Ci consente, con una grande familiarità, di poter costruire insieme una strategia per il futuro e ci ha consentito in tutti questi anni di far crescere tanti piloti. Nelle prime prove del 2018, svolte a Sepang a fine gennaio, Miller ha chiuso con il 5° tempo nella classifica combinata, mentre Petrucci si è piazzato 11°. Credo che ora si vedranno i frutti. Tra una settimana esatta, sul Losail International Circuit di Doha, andrà in scena la prima gara del Mondiale 2018, che promette di essere uno dei campionati più avvincenti della storia. "Se riuscissimo a vincere almeno una gara sarebbe grandioso". In questa 'terra dei motori' i valori sono molto importanti e si è sviluppato un legame di tipo familiare che ci permette di aiutare i nostri piloti a crescere. Ci stanno quelli che stanno sempre un po' davanti e ci piacerebbe far parte di quel gruppo e secondo me non ci manca nulla, io mi sono preparato bene, ho faticato molto. "E' una squadra ci offre anche un grande aiuto dal punto di vista tecnico". "Dal punto di vista umano è quasi impossibile fare di più, quindi non avrebbe senso cambiare una situazione così positiva". "Tutti gli anni abbiamo sempre fatto un passettino in avanti, quindi dobbiamo provare a riuscirci anche quest'anno" ha detto Guidotti. Il primo a parlare è Danilo Petrucci, il 'veterano' della squadra: "Sono molto contento degli ultimi test, la moto è migliorata nel comportamento in generale e per me è più facile trovare il giusto feeling". Noi siamo una squadra ambiziosa ma realista, cosciente di quello che può ottenere.

Il nuovo arrivato è noto per la sua indole un po' "pazza" e non ha fatto eccezioni oggi. E con vivo entusiasmo ci troviamo a celebrare la presentazione del nostro team in una location così prestigiosa come Lamborghini e con la gradita partecipazione di Ducati. Subito a preso la palla al balzo anche Petrucci: "Io mi accontenterei di una bella Huracan Performante!". Accolti dall'amministratore delegato della casa bolognese, Stefano Domenicali, i dirigenti del team e della casa-madre Ducati parlano più volte del rapporto che lega Pramac e Ducati.