MotoGP, verso GP Qatar 2018: albo d'oro, record e curiosità della pista

MotoGP, verso GP Qatar 2018: albo d'oro, record e curiosità della pista

Ma di solito il circuito di Losail non si è mai rivelato particolarmente favorevole alla sua Honda.

Per Michelin i test di questo mese a Losail sono stati preziosissimi e le informazioni raccolte dai tecnici hanno facilitato la definizione delle mescole.

L'inseguimento al settimo titolo iridato parte dal Qatar. Sulla scorta della fiducia maturata dopo i test invernali lo spagnolo ha poi aggiunto: "Abbiamo lavorato bene durante i test invernali". Se la Race Direction riterrà sicuro competere in caso di precipitazioni Michelin renderà disponibili le gomme rain in mescole morbide (banda blu) e medie (senza banda) per anteriore e posteriore, di nuovo con un design asimmetrico.

"Abbiamo provato qui di recente, sappiamo che ci sono diversi piloti che sono già molto veloci, racchiusi in appena 2 o 3 decimi, dunque la gara sarà eccitante e domenica potrà accadere di tutto". Siamo stati anche contenti dei risultati ottenuti in Thailandia. Subito dietro, la Yamaha sembra in parte aver superato i problemi di gestione dell'elettronica, che nella seconda parte della scorsa stagione l'avevano rallentata, mostrandosi competitiva con i piloti ufficiali e con un Zarco addirittura superlativo. Come sempre, le principali considerazioni di Michelin sono sicurezza e prestazioni. "Per quanto riguarda la prima gara, la superficie di Losail è molto abrasiva, quindi abbiamo portato una selezione di pneumatici che sono "nati" dai dati dei test. L'asfalto avrà ovviamente un grip molto maggiore in quanto ci saranno sia Moto2 ™ che Moto3 ™, non vediamo l'ora di correre ancora e ci aspettiamo un grande inizio di stagione".

Pedrosa è concentrato esclusivamente su se stesso: "Voglio rimanere focalizzato sulla mia moto - ha avvisato -io e la squadra siamo pronti per la sfida e non vedo l'ora che sia venerdì per salire finalmente in sella alla Honda".

Anche Pedrosa comincia a calarsi in clima gara: "Arriviamo al primo GP dopo un intenso pre-campionato che ci ha visto fare un sacco di lavoro, quest'anno ci sono molti candidati al podio".