Oggi è il Pi Greco Day, si festeggia da trent'anni

Oggi è il Pi Greco Day, si festeggia da trent'anni

Il 14 marzo si celebra in tutto il mondo il Giorno del Pi greco, la più famosa costante matematica: anche chi non incontra il pi greco dai tempi della scuola, probabilmente lo collegherà al calcolo dell'area del cerchio, secondo la formula è A = πr². Se volete arrivare a sei cifre dovrete aspettare le ore 15 e 9 minuti di oggi pomeriggio (1, 5 e 9 sono la quarta, la quinta e la sesta cifra); saranno comunque meno delle dieci cifre raggiunte il 14 marzo 2015: alle ore 9 e 26 minuti e 53 secondi, mettendo in successione la data e l'orario si ottenevano le prime 10 cifre del pi greco.

Riconosciuto per la prima volta 30 anni fa, nel 1988, dal fisico Larry Shaw, gli osservatori del Pi Day festeggiano, da tradizione, mangiando una fetta della loro torta preferita in onore del "gustoso" nome del numero (in inglese torta si scrive "pie" e si legge "pai" proprio come Pi greco).

Il programma è ricco di appuntamenti: dalle 8.30 nel salone Borsellino di Palazzo Vermexio, conferenza dal titolo: "Archimede: matematico, scienziato, inventore", tenuta dallo studioso Umberto Di Marco.

Sara' invece senza confini l'iniziativa 'Pi in the sky' promossa dal Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa, che dal suo sito sfidera' gli studenti di tutto il mondo ad utilizzare il Pi greco per risolvere problemi matematici simili a quelli affrontati ogni giorno dai veri esploratori dello spazio, tra sonde, pianeti e asteroidi. 22/7, infatti, è, sin dai tempi di Archimede, una nota frazione che approssima il valore di Pi greco, ovvero 3,14. Si tratta di una costante matematica e non fisica e naturale poiché è definita in modo astratto senza corrispondenza con le misure. Dato questo risultato è impossibile la quadratura del cerchio, cioè costruire un quadrato con riga e compasso nella stessa area di un cerchio.

Anche le classi quarte e quinte della scuola primaria Fermi, aderendo all'invito del Ministero, parteciperanno al pi greco day proponendo attività logiche e matematiche diverse (giochi, quiz, kahoot, plickers...) con lo scopo di avvicinare gli alunni alla matematica e alle discipline scientifiche.