Vaccini: copertura Piemonte oltre 95%

Vaccini: copertura Piemonte oltre 95%

Restano però ancora circa 49mila inadempienti, per i quali gli uffici delle Asl preposti alle vaccinazioni resteranno aperti senza bisogno di prenotazione. Lo comunica la Regione, secondo cui, dai primi dati raccolti, è stato complessivamente raggiunto e superato l'obiettivo del 95% di copertura, che è la soglia di sicurezza raccomandata dall'Organizzazione mondiale della sanità.

Soddisfatto perché, nel quadro nazionale, il Piemonte si attesta su un livello molto alto di adesione, l'assessore Saitta ha sottolineato la crescita notevole soprattutto delle vaccinazioni contro il morbillo e che "l'obiettivo di aumentare la sicurezza per i bambini e per le famiglie sia stato pienamente raggiunto". Gli inadempienti riceveranno una nuova lettera di richiamo, e potranno vaccinarsi senza prenotare.

In particolare, è aumentata quella che riguarda morbillo-parotite e rosolia a 24 mesi di età, salita dal 91,6% dello scorso anno al 94,72% rilevato al 31 dicembre 2017, dopo l'introduzione della legge. Per quanto riguarda le coperture a 5-6 anni di età per la prima dose, i valori sono superiori e raggiungono il 96,8%.

Quanto agli altri vaccini - anti-poliomielite, difterite, tetano, pertosse, Epatite B, Haemophilus inflenzae B - in tutti i casi si é verificato un aumento della copertura ed è stata superata la soglia del 95 per cento.