Dichiarazione "precompilata", 218mila accessi in 6 ore

Dichiarazione

Da oggi i cittadini possono visualizzare via web la cosiddetta "precompilata" nella quale si troveranno, per la prima volta, anche il dettaglio di come sono state utilizzate dallo Stato le proprie imposte. Sono circa 30 milioni di moduli, con oltre un miliardo di dati già inseriti dal fisco. Dal 2 maggio prossimo fino al 23 luglio, i contribuenti potranno modificare o integrare il modello precompilato, ma la trasmissione delle variazioni al documento sarà attiva dal 10 maggio fino al 31 ottobre prossimo.

Tra le novità tecniche, l'Agenzia delle entrate ha annunciato l'introduzione di una funzione di compilazione assistita che dovrebbe rendere più semplice l'operazione anche per un privato. Lo scorso anno, nello stesso lasso di tempo, il numero dei contribuenti entrati nella propria area riservata si era attestato sui 150 mila.

Dal 2 maggio sarà possibile compilare in modo "assistito" i dati relativi agli oneri detraibili e deducibili da indicare nelle sezioni I e II del quadro E, anche per le spese sostenute per i familiari a carico.

Chi ha compilato la dichiarazione dei redditi nel 2017 potrà conoscere come lo Stato ha distribuito le imposte relative all'anno precedente, accedendo alla dichiarazione precompilata e dunque al cassetto fiscale. Inoltre, i contribuenti hanno la possibilità di rivolgersi a un Caf o di delegare un professionista.