Il povero orso bruno trattato come un pupazzo per i Mondiali russi

Il povero orso bruno trattato come un pupazzo per i Mondiali russi

Davvero una pessima idea.

A poche settimane dal calcio di inizio per i Mondiali di Russia 2018, non si placano le polemiche sull'organizzazione dell'evento sportivo. L'orso dovrà consegnare la palla all'arbitro nella partita inaugurale dei Mondiali del 14 giugno a Mosca fra la nazionale di casa, la Russia, e l'Arabia Saudita. Lo speakerdello stadio e dirigenti locali hanno poi detto che Tima avrebberipetuto la 'consegna' della sfera in occasione di Russia-ArabiaSaudita ma fonti della federcalcio russa non hanno per orafornito conferme.

Ovviamente, potrebbe anche trattarsi di una battuta di pessimo gusto. Dopo di che si è tirato su, ha preso il pallone consegnatogli dal suo accompagnatore e lo ha consegnato all'arbitro, che poi si è diretto verso i giocatori per far cominciare l'incontro.

"Essere incatenati e obbligati a compiere atti non naturali davanti ad un grande e rumoroso pubblico può creare problemi di stress all'animale, sia a livello psicologico che fisico" queste le parole di Brian da Cal, direttore di Four Paws UK, che ha aggiunto: "Qualcuno può trovare la situazione divertente ma non c'è nulla di divertente in questo tipo di abusi".

"Sicuramente l'orso è stato allenato a farlo con metodi crudeli" - hanno affermato gli animalisti che ora sono sul piede di guerra.