Juventus, settimo scudetto vicino: un segreto chiamato Allegri

Juventus, settimo scudetto vicino: un segreto chiamato Allegri

"Volevo allargare il campo" ha spiegato poi a fine partita il tecnico, ripagato con tre assist da brasiliano, il "la" per accordare la vittoria dei bianconeri e dare il via alla fuga probabilmente decisiva. Il Napoli sta facendo un grande campionato e finché la matematica non ci renderà merito non c'è da rilassarsi. I ragazzi hanno dato una bella risposta contro Madrid. Ora dobbiamo solo stare zitti, mettere i tappi alle orecchie perché non dobbiamo sprecare energie dietro queste cose, perché appena dici qualcosa di cavalcano sopra. Non possiamo permetterci di distrarci, anche perché le parole non risolvono i problemi.

CONOSCENZA - Come ogni anno la Juventus ha iniziato con qualche tentennamento e con i nuovi arrivi stabilmente in panchina. "Chiellini avrà un turno di riposo". Deciderà la società se multare il giocatore. "No, Dybala ha fatto una buona gara". Per quanto ci riguarda, dobbiamo lavorare e vincere.

Su Buffon: "Domani gioca Szczesny. I campioni vivono di adrenalina, e lui al 'Bernabeu' ne ha avuta". La capacità di tenere tutti sulla corda, da Higuain a Dybala, da Mandzukic a Douglas Costa, è forse il più grande pregio del tecnico bianconero. Stasera ha dimostrato di essere un giocatore di caratura internazionale.

Sul campionato: "Mancano sei partite... servono quattro vittorie". Dopo il +6 hanno iniziato a parlare di Scudetto vinto ma non c'è l'aritmetica e bisogna continuare a vincere. "Quindi se sta bene gioca". "Il suo arrivo alla Juventus fu una fortuna per il club, le sue qualità sono fuori discussione".

Sulla riapertura del settore ospiti ai tifosi del Napoli: "Non sapevo".

Bentancur sarà il sostituto di Pjanic? Intanto potrebbe giocare Marchisio. "Domani c'è Cuadrado che viene da tante partite dopo un lungo stop e può avere un periodo di flessione ma stiamo tutti bene e le energie mentali potranno fare la differenza".

Sulla possibilità che la Roma vinca la Champions. E poi all'ultimo atto una delle due si scontrerà con una big. Affronterà il Liverpool, altra outsider. "Comunque vada, i giallorossi meritano applausi".