Milano trovato scheletro umano in ex deposito ferroviario: indagini in corso

Lo scheletro di un essere umano è stato trovato a Milano all'interno di un ex deposito ferroviario, fra viale Lunigiana e via Sammartini. Difficile stabilire il sesso viste le condizioni in cui sono stati ritrovati i resti, ma accanto alle ossa vi era un documento di identità. A trovare quei resti umani una senzatetto in cerca di riparo, intorno alle 7 di oggi, martedì 17 aprile. Lo Scheletro era avvolto in una coperta, le ossa leggermente disassemblate e c'erano tracce di un vecchio incendio.

Sono in corso accertamenti, da parte della polizia, per verificare se si tratti della stessa persona. La zona in cui lo scheletro è stato rivenuto era molto battuta dai vari clochard milanesi, e con grande probabilità lo schelestro è stato avvistato in precedenza, ma mai segnalato per evitare l'insorgere di possibili problemi. Il documento d'identità appartiene ad un uomo di 75 anni affetto da problemi psichici, originario di Enna ma da tempo residente a Milano.

Tutta l'area è ricoperta di uno spesso strato di polvere, smog e muffe, ciò complica il lavoro della scientifica che si avvale della consulenza della dottoressa Cristina Cattaneo.