Molotov al Qube: è stato un vicino infastidito dalla musica

Molotov al Qube: è stato un vicino infastidito dalla musica

Ha un volto l'uomo che l'altra notte ha tentato di appiccare un incendio nei locali della discoteca Qube, di via di Portonaccio a Roma, lanciando all'interno una molotov. Le fiamme, fortunatamente, non si sono propagate, ma sono rimaste circoscritte alla bottiglia e non hanno provocato grandi danni. Ad accorgersi dei fatti il gestore del locale che, lunedì mattina, ha denunciato il tutto ai Carabinieri che stanno indagando sulla vicenda.

Nessun danno al locale, dove, l'incendio non è neanche partito.

E' un romano di 49 anni che abita nei pressi della discoteca. Si tratta di un 49enne romano, già noto alle forze dell'ordine anche come assuntore di stupefacenti, e abitante in un condominio adiacente la nota discoteca. "Non ne potevo più di sentire quella musica, era altissima. Ero infastidito dai continui schiamazzi di tutti i clienti che si fermavano all'esterno del locale", ha confessato.