Pneumatici invernali, scaduto l'obbligo il 15 aprile. E' ora del cambio-stagione

Pneumatici invernali, scaduto l'obbligo il 15 aprile. E' ora del cambio-stagione

Il 15 aprile è una data fondamentale per gli automobilisti: segna la fine dell'obbligo degli pneumatici invernali in determinate zone.

Con l'arrivo della primavera, milioni di automobilisti italiani devono appuntarsi in agenda il "cambio di stagione" per le gomme: da domenica scorsa (15 aprile), decadono le ordinanze regionali e territoriali relative l'obbligo di circolazione con pneumatici invernali già montati o con catene da neve a bordo, entrate in vigore lo scorso 15 novembre sull'intero territorio nazionale, una disposizione introdotta dalla direttiva ministeriale del 16 gennaio 2013 in seguito all'entrata in vigore della L. 120/2010 riguardante la possibilità (non obbligo) agli enti proprietari delle strade sull'emanazione di ordinanze locali, ai sensi del Codice della Strada.

L'obbligo delle gomme invernali - per legge- va dal 15 novembre al 15 aprile.

Per il cambio gomme invernali, però, non c'è fretta.

Durante le ordinanze invernali, è consentito l'uso di pneumatici da neve anche con codici di velocità inferiori rispetto a quelli riportati in carta di circolazione, fino a Q (160 km/h): così si può viaggiare dal 15 ottobre al 15 maggio; dal 16 maggio al 14 ottobre, non è consentita la circolazione con pneumatici di tipo M+S con codici di velocità inferiori.

Si perché chi dovesse essere trovato dalle Forze dell'Ordine in possesso di pneumatici non conformi con la normativa vigente in quel momento e in quel luogo rischierebbe in primis una multa di 41 euro (se ci si trova in un centro abitato) o di 85 euro (se ci si trova fuori dai centri abitati) e in secondo luogo l'imposizione a dotarsi istantaneamente di pneumatici invernali o di catene da neve a bordo, pena la impossibilità a proseguire nel proprio viaggio. Farebbero bene comunque a montare le gomme estive, in quanto con temperature più calde e asfalto asciutto, le invernali si degradano molto velocemente, oltre a non offrire lo stesso "grip" delle estive, che con temperature oltre i 15° C funzionano meglio.

CONSUMI La mescola dei pneumatici invernali si rovina di più alle alte temperature quindi consuma il battistrada.

Bisogna precisare che l'obbligo di cambiare le gomme non riguarda tutti i veicoli ma solo quelli che montano pneumatici contraddistinti da un codice di velocità inferiore a quello riportato sulla carta di circolazione. Tutte le altre, con indice di velocità uguale o superiore a quanto indicato, potranno invece continuare a circolare anche d'estate senza incorrere in sanzioni amministrative.

All'atto pratico, chi continuasse a circolare con gli pneumatici invernali sulla propria vettura ha un mese di tempo, a decorrere dal 15 aprile, per provvedere alla loro sostituzione con un treno di gomme "estive". Libretto alla mano, verificate assieme a un gommista competente la soluzione migliore per il vostro specifico caso.